17.3 C
Milan
Friday, October 7, 2022

Ultime Notizie – Elezioni 2022, Renzi: “Obiettivo essere primo partito nel 2024”

I più letti


“Il nostro obiettivo è quello di essere il primo partito alle Europee del 2024, ma intanto di fare un bel risultato il più possibile qua“. Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, a margine della chiusura della sua campagna elettorale a Milano. “Noi non staremo mai con Giorgia Meloni, se diventa premier saremo all’opposizione e non saremo mai in una marmellata tra Pd e 5 Stelle”. “Il nostro disegno – ha aggiunto Renzi – è fare quello che ha fatto Macron che ha preso a destra e a sinistra, con un sistema che glielo consentiva, perché aveva il ballottaggio ed è andato al governo”.

“Qui siamo come a scuola, da zero a dieci, cinque è insufficiente, sei è sufficiente, sette è buono e via via si arriva fino al dieci che sarebbe l’ottimo”, aggiunge parlando, invece, dell’obiettivo del Terzo polo in Lombardia. A chi gli chiedeva se punti quindi a ottenere il 7/8% dei voti, Renzi ha risposto: “Io spero un po’ di più, tutto ciò che prendiamo va bene”. “Poi – ha aggiunto l’ex presidente del Consiglio dei ministri – c’è chi sogna di più, come è giusto. Io però ho visto un bel clima, tanta gente moderata che non vuole votare la Fiamma, ex Forza Italia ed ex Lega, e tanti ex Pd che non vogliono votare Di Maio e, soprattutto, la preoccupazione è che un voto al Pd sia un voto a un accordo domani con i grillini. Ormai tra gli addetti ai lavori l’idea è che il giorno dopo ci sia un accordo Pd-M5s”. Per questo Renzi si aspetta un risultato “molto positivo”.

Adnkronos, ENTD, Get The Facts contro la Disinformazione

 

Leggi anche

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi articoli

Informazione Riservata
Informazione Riservatahttps://www.informazioneriservata.eu/
inormazioneriservata.eu è il News Magazine che ha come scopo la democratizzazione dell'informazione, la promozione dell'inclusione sociale e digitale oltre al contrasto della disinformazione e della polarizzazione non etica praticata tramite algoritmi ed intelligenza artificiale. L'inclusione e la partecipazione necessitano della democratizzazione dell'informazione.